Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/abis/mariobucolo.com/mb/wp-content/plugins/iwphone.php on line 45

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /home/abis/mariobucolo.com/mb/wp-content/plugins/iwphone.php on line 45
Mario Bucolo Museums Blog » 2006» November

Archive for November, 2006

Campaña Argentina Lucha contra el Tráfico Ilícito de Bienes Culturales

Monday, November 27th, 2006

Presentación Campaña Argentina Lucha contra el Tráfico Ilícito de Bienes Culturales

From our collegue Claudia Cabouli I just receive an important notification for an event will be held in Buenos Aires on Wed 29 November.

Any info on the dedicated web site, click here. 

PS: My personal compliment for the communication images.

$491mln at Christie’s evening sale

Thursday, November 9th, 2006

Christie’s Impressionist & modern art evening sale, nov 8 New York. Realized $491,472,000, setting a new record for any auction.
The attention was attract by Gustav Klimt with the record of $78.5M for the Portrait of Adele Bloch-Bauer II.

Buyers in the sale, by lot (not value) were 39.5% American, 42.5% European, 4% Asian, 1.5% Russian, 3% Latin American and 9.5% other.

I was there and was very exiting.

NYC, San Francisco, Vancouver, Seattle (Nov. 06)

Monday, November 6th, 2006

Just italian text, sorry

Nota: questa pagina è dedicata agli amici che mi hanno seguito durante il viaggio, è comunque una pagina pubblica, chi avrà piacere potrà leggerla e magari trovare spunti divertenti ed utili per un proprio viaggio.
7 novembre
Eccomi qua…nella Grande Mela…io non ho mai provato ne cocaina ne spinelli ne altro ma credo che l’adrenalina che scatena New York e’ senza paragoni.
Stranamente l’Az604 e’ arrivato addirittura con 45 minuti di antipo e tutti a chiederci se magari si trattava del Logan di Boston e non del JFK…solo mezz’ora di immigration e stranamente tutti i bagagli sono arrivati…wow…si parte bene.
Il tempo di una doccia e riunione alla Foundation for Italian Art & Culture…e poi eccomi qua al nuovo Apple store di fifht Avenue…una figata bestiale, schiattate o voi teste di cacchio che usate solo PC!!!
Photo 2.jpg Photo 21.jpg

alla prossima…mi chiamano per l’aperitivo al Pentop Bar…

ecco alcune foto (clikkateci per ingrandirle):

L’Etna…ed quel folle di pilota che si è infilato dritto dritto nel suo cono di cenere…pio pio pio…

DSC01215.jpg
Le Alpi

DSC01224.jpg
Il Rockefeller Center

DSC01231.jpg
St. Patrick

DSC01232.jpg
DSC01235.jpg DSC01237.jpg

Che vista, dal Pentop-Bar

DSC01253.jpg
La facciata del Peninsula Hotel:

DSC01238.jpg
Il nuovo Apple Store @ Fifht Avenue

DSC01240.jpg
Da fuori si vede solo un enorme cubo in vetro…il negozio è sotto:

DSC01244.jpg

8 novembre

Tempo di merda, pioggia per tutto il giorno, domani invece spuntera’ il sole. Qui le previsioni del tempo sono civilmente esatte al minuto.

Giornata quindi dedicata all’arte…nel senso dello shopping…d’arte…degli altri pero’. Oggi c’erano aste importantissime sia da Sotheby’s che da Christie’s. Impressionisti ed arte moderna.

Da Sotheby’s la cosa e’ stata piu’ leggera, i quadri in vendita ifficilmente superavano il milione di dollari. La signora seduta accanto a me era contentissima per essersi comprata 400mila dollari di quadro e faceva vedere all’amica, con un disegno, come lo stesso andava benissimo da mettere sopra al camino!

La storia delle aste invece e’ stata scritta questa sera da Christie’s, ed io c’ero. E’ stata una delle piu’ prolifiche aste in assoluto la piu’ prolifica asta della storia. Sono state vendute opere d’arte per 491 milioni di dollari. Picasso, Rodin, Chagall, Mondiran, Matisse, Gaugin, Pisarro, Seurat, Monet ma sopratutto Gustav Klimt che ha battuto ogni record. 4 quadri battuti uno dopo l’altro…36 milioni di dollari, 28, 29 e…dopo un’asta agguerita ben 78,5 milioni di dollari (che poi alla fine con il premio della casa d’aste divemtano quasi 88milioni per il ritratto di Adele Bloch-Bauer II, venduto direttamente dalla famiglia ed acquistato da un anonimo privato!

Peraltro le case d’asta sono da tenere d’occhio, sopratutto per le esposizioni preasta…altro che mostre e musei..c’e’ da uscire scemi con quello che espongono. Sabato sempre da Christie’s saranno esposte ben 200 opere d’arte comtemporanea, pop-art etc…per l’asta del 15 novembre.

Tra un’asta e l’altra sono stato, finalmente, a visitare il Withney Museum dove c’erano due bele mostre “Picasso and American Art” ed un’alra su Edward Hopper, bellissima sicuramente piu’ della prima.

Beh, finita la conferenza stampa di Christie’s e’ quasi ora di ritirarsi a casa passando pero’ dal solido drink al Pentop-Bar e dal ristorantino (italiano…) sotto casa.

PS: leggo poche news…che dice quel beep di beep di Prodi?

PPS: update sull’asta di Christie’s doveva esser posto in vendita anche un famoso Picasso, di proprieta’ del compositore A.L. Webber, con una quotazione di base sui 60 milioni di dollari…all’ultimo minuto e’ stato ritirato per un’azione legale intrapresa dagli eredi del proprietario precedente a Webber…peccato, ci sarebbe stato da divertirsi….Ahhh ho dimenticato di dirvi che la conferenza stampa e’ stata fatta in una saletta dove hanno messo i quadri che avevano raggiunto le maggiori quotazioni, c’era da far girare la testa…praticamente quasi 300 milioni di dollari e quadri bestiali che ora scompariranno nelle case dei vari collezionisti…azz…e non nella mia…

9 Novembre

Come da esatte previsioni del tempo, c’e’ il sole ed una temperatura primaverile. La citta’ e’ fantastica con questa luce e Soho e’ proprio magica. Immancabile visitina al “tempio” Apple (in attesa di tornare alla mothership in California) di Prince St. dal quale sto scrivendo.

h 0530pm (NYC time)
arf arf che caldo…praticamente ero in tshirt…con il piumone sopra…abbastanza fantozziano…ma il mio piumone (da alta montagna)…mica potev infilarlo nello zainetto…mi era capitata la stessa cosa 15 anni fa alle bahamas… ;-)

Giro tra vie e viuzze di Soho, fatte foto a non finire…puo’ darsi che tra poco riusciro’ a metterne online un gruppo.

Negozi e negozietti, gia’ con le cose di natale in vendita…e sapete come io sia compulsivo negli acquisti…meno male che ho il freno della visita ad altre 3 citta’…e dei bagagli da poter imbarcare in aereo…

Qui per noi utenti Apple e’ la vendetta sui coglioni che usano un PC (molti sono gli stessi coglioni che hanno votato Prodi), tutti qui sono con gli iPod, nei vari Bar tipo gli Starbucks Coffe (che io frequento assiduamente visto il bel ciambellone che fanno…del quale sono ghiotto…sono alla quarta fetta…) il 99% delle persone usa un portatile Mac.

…a proposito, a parte l’esser sempre ospite dell’Apple store Soho, tra poco ci sara’ il meeting mensile dello User Group Neworkese, sono stato gia’ loro ospite qualche anno fa e sono dei tipi veramente spassosi…li faro’ morire di invidia annunciando che il 16 sera, a Santa Clara, saro’ alla presentazione del libro di Woz che verra’ introdotto da Guy Kawasaki. Non sapete chi sono, ecchi se ne fotte…frequentate di piu’ il mondo Apple…

Il tempo regge, e sembra che la pioggia prevista per domani sia stata spostata a domenica…meglio…ieri il vesti e svesti dei pantaloni da pioggia era abbastanza palloso.

beh seratina sul quasi mondano…drink al bar del Mercer Hotel, accanto all’Apple Store Soho, poi happy hour all’Asia de Cuba su Madison av., quindi pizza…da Bricco dell’amico Nino nel west side. Una delle caretteristiche di Bricco è il tetto…siiiii strabaciato…Nino chiede alle donne che entrano di baciare il tetto, e quindi è pieno zeppo di rossetto!!

a domani…le foto le pubblicherò domenica sera da San Francisco…solo oggi ne ho fatte un’ottantina…

10 Novembre

Piccola nota…notina…IO SONO IN VACANZA siete già stati in tre a scrivermi per cose di lavoro…a parte che i miei neuroni sono belli rilassati che si prendono il sole di New York…sono esenti Cinzia e Luca per ovvi motivi di staff.

arf arf…oggi giornata di corse…e camminate..sole e caldo…
eco da casa…e becco l’expo’ d’arte newyorkese…un’inferno…c’era esposto di tutto, due gallerie, una francese ed una di NYC se la tiravano a chi aveva esposto un controvalore di opere superiore ai 100milioni di dollari…Picasso, Chagall, Miro, Matisse…argh…da impazzire…poi avendo appena visto le quotazioni tirate fuori dalle aste…era facile farsi i conti…
Poi giretto downtown, passeggiatina sul ponte di Brooklyn, poi escursione e shopping degli ultimi gizmo da J&R, poi pellegrinaggio a Ground Zero (e ci sono ancora delle teste di minchia gigantesche che pensano che sia stato tutto costruito…bastardi…) poi shopping di camice “non hiron” da Brooks Brothers, passagio veloce da Apple Store a Soho ed ora mi dirigo al Moma, poi solita seratina di happy hours vari…arf arf certo che uno a NYC non rischia mica di annoiarsi…cambio di programma…shopping letterario da B&N, poi saltino da Best Buy per vedere se c’era qualcosa che non avessi…poi Africa de Cuba…e poi prima di cena, visto che oggi avevo fatto poco…4 tiri di pratica golfistica al Golf Club Chelsea Piers. Un sistema di piattaforme di tiro su diversi piani, ricavato su un vecchio molo ed immortalato nel film Serendipity…ragazzi…tirare a Golf a New York City…una figata stragalattica…e poi…volete mettere cena all’aperto a NYC il 10 di novembre? Da pazzi…
Domani altra giornatina “tranquilla”, mercatino delle pulci, Moma, Met, Meal Pack District, Gallerie d’arte di Chelsea, preview pop art auction da Christie’s…e qualche altra cosa sicuramente troverò da fare…

ciaoooo

PS: ragazzi…che foto che stanno venendo fuori…fantastiche…la nuova Sony da delle grandi soddisfazioni…certo le inquadrature le scelgo io….

Eccovi qualche esempio:

l’area di Ground Zero.

DSC01428.jpg

DSC01431.jpg

Il Brooklyn Bridge

DSC01397.jpg

Il Manhattan Bridge, visto dal BB

DSC01403.jpg

I colori di SOHO

DSC01282.jpg

DSC01280.jpg

11 novembre

Oggi di nuovo caldo e sole, in pratica in camicia l’11 novembre a NYC, veramente incredibile.
Recandomi al mercatino delle pulci…inciampo…nella parata dei Veterani, bande, militari, motociclisti, di tutto di piu’…
poi arrivato al garage che diventa, nel weekend, mercatino delle pulci, shopping di macchine fotografiche, 4 piu’ una cinepresa sempre d’epoca…ma ora dove le metto a casa? boh!!
Poi meeting con il mio amico Jordan e fidanzata e brunch in un locale francese.
E poi…preview..da Christie’s…da far venire il mal di pancia, opere di K. Hering, di A.Warhol etc…ne erano esposte tante che le hanno dovute mettere ovunque, quasi anche nei bagni…altro che mostra e mostra…queste delle preview e’ fantastica.
Poi camminata…camminata? sembrava di essere a Sant’Agata, per la quinta fino all’Apple Store on Fifht Av. dove la fidanzata di Jordan si e’ comprata il nuovo iPod nano rosso…voleva prenderlo da 4gb ma le ho spiegato che lo riempirebbe subito e quindi, ovviamente, mi ha dato ascolto ed ha preso l’8 gbyte.
Beh ora vediamo se faccio ancora in tempo ad andare al Moma oppure vado direttamente al Met.
Ecco, il Met è il posto ideale dove andarsi a riposare dopo aver girato per la città tutto il giorno…praticamente uno finisce per distruggersi a girar nelle sue infinite e labirintiche sale. Tre mostre molto belle, su tutte quella sul mercante dei soliti noti impressionisti…ma non ricordavo quanto bella fosse l’ala stessa degli Impressionisti del Met.
Il Met anche come luogo di interessanti incontri, auguri di splendida carriera alla giovane attrice di teatro spagnola Marta Milans…che epraltro mi aveva invitato ad uno spettacolo….argh argh…sul Tango…meno male che è per domani sera e quindi c’è la scusa del mio volo su San Francisco. A proposito, capperi sono sette ore, meno male che stavolta volo in prima classe (grazie millemiglia Alitalia).

un abbraccio a tuttE!!

…uffa che palle…rifare le valigie e gli zaini…la cosa più scocciante dei miei viaggi…

La foto seguente è una dedica particolare…anche se non meritata…grr

DSC01501.jpg

12 Novembre

e’ quasi ora di lasciare New york sempre con molta nostalgia…mah…capperi…si vola su San Francisco yahoo…

ovviamente solita magia di far entrare tutto quello che mi porto dietro e lo shopping dentro le mie valigie e dentro gli zaini. Devo dire che riesco sempre a soprendermi…anche se la nuova Samsonite megaultragalattica aiuta e parecchio…diciamo che la regola è che se qualcosa non è rigida e non ha spigoli…da qualche parte riesco a metterla…

…il tempo è schifosetto, porcaccia zozza volevo andare a Central Park a scattare un po di foto (ieri solo…125…)…va boh, non mi resta che fare una passeggiatina ed aspettare il mio autista portoricano di El Salvador, Antonio, simpaticissimo…la cui figlia sta studiando Italiano ed economia a Firenze…
Saluti a tutti ed a risentirci da San Francisco -9 ore di fuso orario rispetto all’Italia…so che il Catania ha vinto …fozza cataniaaaaaaaaaaaaaa

San Francisco

arf arf..arrivato, praticamente casa-jfk-sfo-hotel…11 ore e naturalmente sti cazzoni mi hanno dato la camera interna…difatti cazziati e domattina si cambia con camera all’ultimo piano e vista sulla città…il problema del late arrival.

Certo SF è molto più tranquilla di NYC…va beh ora mi vado a cercare un poco di confusione…stanotte…o domani anche perchè il colpo delle 3 ore di fuso non è cosa da poco, metterò online altre foto.

PS: finalmente una broadband come si deve, sto volando on the web.

PPS: ahhhhhh avventure al check in ed al controllo sicurezza del JFK…al checkin uno stronzo della Delta non voleva sentire ragioni del fatto che volando in First ho diritto all’extra baggage…e mi ha rotto le palle per 2 kg in più nella Samsonite…ho dovuto aprire le valigie e fare un transfert delle scarpe…poi al controllo sicurezza praticamente avrebbero fatto prima a farmi una tac…mi hanno perquisito per 10 minuti…ho chiesto se era necessaria la colonscopia…che stronzi…manco quando sono ripartito da SF sotto allarme arancione, 4 mesi dopo 9/11

la comodità della differenza di 9 ore con l’Italia è che si possono sbrigare attività di biz prima di andare a letto.

arf arf questo albergo è molto carino, ed è ad un solo blocco da Union Sq, quindi al centro…il problema è proprio…quel…solo…blocco…è una salita a 45 gradi perchè si trova proprio all’inizio di Nob Hill…sigh…stronca chiunque sta salita…

ahhh ma da voi è già il 13 novembre…qui ancora per 15 minuti è il 12!!

gulp…appena inciampato nel filo dell’alimentatore…computer…in volo…meno male che è arrivato di piatto sulla moquette…arf arf scampata bella…

13 Novembre

blah…il tempo sembra schifosetto, vedremo nel corso della giornata, da domani è previsto che migliori…speriamo bene.

alcune cose da sapere sugli USA…lo zucchero…è liscio…per avere lo stesso effetto dello zucchero italiano bisogna metterne il doppio. Le teste di cazzo…qui se uno ha un poco di elasticità mentale ha successo…perchè molti sono straquadrati…l’altra sera sono andato al Met, avevo una busta con le macchien fotografiche antiche comprate al mercatino…un tipo al guardaroba non me le ha fatte depositare…perchè dice che non accettano material efotografico…ho risposto che sono d’antiquariato e quindi non funzionano…e lui mi ha risposto “certo, così poi vieni a dare a noi la colpa che non funzionano” ero indeciso se ridergli in faccia o mandarlo a quel paese…ha vinto la seconda…poi ho cambiato guardaroba…ho detto che c’erano delle scarpe e ho lasciato il sacchetto….

Invece sono stato molto contento dell’accoglienza delle cameriere cinesi qui in albergo, nella sala colazione, si ricordavano di me. Se si vuole un servizio migliore bisogna sempre esser fedeli ai posti dove si va, alberghi, ristoranti, negozi etc.

Il ristorante dell’albergo è in stile medioevo difatti si chiama Giovanna d’Arco…pazzesco, domani pubblico la foto.

A proposito ecco altre foto:

Due tipi speciali…io ero distrutto dopo 12 ore in giro…
DSC01563.jpg

L’asta di Christie’s…alla fine

DSC06046.jpg

DSC01554.jpg

DSC01552.jpg

L’albero del Rockefeller center…come non l’avete mai visto…NUDO!

DSC01546.jpg

Una delle sale di preview, da Christie’s

DSC01538.jpg

La parata dei veterani…beh…questa è più interessante…

DSC01486.jpg

Strafighe…pronte per la parata…

DSC01469.jpg

Che tipo losco…sempre in parata

DSC01446.jpg

beh…diciamo che se avessi partecipato con la mia C1…non avrei sfigurato…

DSC01448.jpg

DSC013811.jpg

DSC01336.jpg

DSC01326.jpg

Non è un’opera di Andy Warhol…solo la dispensa della mia ospite…

DSC01260.jpg

…cambiato camera…quasi una suite…se non fosse per il letto piccolo…va beh…meglio avere più spazio in camera…

few line from Apple Store San Francisco…waiting to visit the mothership…solito pellegrinaggio alla sede apple…giovedi’
Intanto qui ho provato l’ipod collegato alle cuffie “noise reduction” della Bose…costano un putiferio…ma l’esperienza audio e’ veramente galattica…

Tra un poco visitina all’ SFMOMA

capperi…piove da pazzi…freddo cane (bau) uffaaaaa….

Bucolo’s iPod today soundtrack: Ennio Morricone

…appena visitato una serie di gallerie d’arte…ma gli Chagall…li danno via gratis? Una marea…

come al solito all’SFMOMA c’era una mostra sugli impressionisti…

arf arf ho camminato per 6 ore….spesso sotto la pioggia…si è anche rotto l’ombrello praticamente mi copre solo la testa…

Stavolta, per rientrare in albergo e superare indenne la famosa e temuta salita a 45%…mi sono attaccato al tram…nel vero senso della parola, passava un cable car e l’ho preso al volo per arrivare su Bush st.

…ho appena scoperto che Asia de Cuba c’è anche qui…vediamo se è ben frequentato come l’omonimo di NYC. Poi pizza al locale di Francis Ford Coppola, vediamo se la fanno ancora buona grrr lunedì chiuso!
x Francesca…l’ho trovato quel locale, è sotto il mio hotel…ci andrò domani sera, thanks.

L’Asia de Cuba di SF è all’interno del Clift Hotel, bellissimo, nell’atrio c’è un camino spettacolare. Le sale del bar e del ristorante sono tutte in legno…difatti…sto leggendo sul loro sito…percepivo qualcosa di conosciuto…riconoscevo lo stile…design by Philippe Starck. Le pareti del bar sono decorate con schermi al plasma, pozionati in verticale e stupendamente incorniciati da grandi fasce di legno. In ogni monitor c’è il ritratto di una persona…sembra fisso…poi ti accorgi che la stessa fa dei piccoli movimenti, lenti e mai consecutivi, una volta gira un poco il collo, un’altra gli occhi etc. Praticamente dei ritratto viventi…l’effetto è, ovviamente, spettacolare.

14 novembre

Questo è periodo di stagionamento in ABIS…buoncompleanno Cinzia…Stefano, ormai, ti conviene rottamarla ;-) almeno ora, qualche cammello riesci, in cambio, a fartelo dare…tra poco…manco questo ;-)

Oggi giornata splendida, sole stupendo. Peraltro è anche il compleanno del primo mio discepolo ;-) Sergio, quando l’allievo supera il maestro…nn in tutto..nn ti montare la testa capito Sergio? ;-)

a più tardi…today iPod Soundtrack?…The Blues Brothers o Genesis or Queen…vedrò…strada camminando…ed oggi ne prevedo tanta di strada…basta che mi evito questo maledetto blocco che porta in albergo…stanotte…mi sono di nuovo…attaccato al tram…anzi al cable car ;-)

Ogni volta l’esperienza dei cable car su queste strade pazzesche è da brivido. A proposito deve essere da brivido anche guidare uno scooter. Qui, come a NYC, non se ne vedono molte di moto e scooter, anyway il 90% sono Vespe…qui è un must.

Vi salutano i leoni marini ed i gabbiani del Pier 39.

In giro per il quartiere di Hayes Valley…quartiere…due viuzze…comunque carine, piene zeppe di bar, gallerie d’arte, negozi di design.

Drink in un bar thailandese!!! e cena in un ristorante messicano…a parlare di Web 2.0, Branding, Marketing con una collega di San Francisco.

Le foto di oggi sono uno spettacolo, ma ho troppo sonno per metterle online ora…ah per la cronaca…ad oggi sono 570 610 le foto scattate!!! E mancano ancora Vancouver e Seattle…secondo me al nuovo record di 1000 ci arrivo…

15 novembre

Tempo splendido, oggi prendo l’auto e vado a Sausalito, pranzo sul molo con vista sulla baia e su San Francisco, poi trasferimento in Silicon Valley, visita al quartier generale Apple …ma sopratutto…al company store. Poi cena dello SVIEC presso il concessionario Ferrari-Maserati di Silicon Valley.

Ho pubblicato altre foto, però iniziano a diventare troppe per questa pagina, quindi le trovate su

http://picasaweb.google.com/abismulticom/Novembre06

le ho messe a bassa risoluzione perchè sono senza watermark.

La gita a Sausalito è stata splendida, dovevo andare in Apple…ma vedere il Golden Gate illuminato dal sole del tramonto…non mi ha fatto resistere…

La cena dal concessionario Ferrari Maserati di Silicon Valley è stata grandiosa, sopratutto per la presenza di tutti gli italiani che contano nella silicon valley, tra i quali veri e propri miti Federico Faggin (che ha ..solo…inventato il microprocesore, e con il quale ho fatto una foto), Pierluigi Zappacosta (uno dei tre fondatori di una piccola azienducola…la LOGITECH!), Enzo Torresi (catanese guru del venture capital).

Ho conosciuto anche un programmatore italiano che lavora in Google e che domani incontrerò per fare un giro proprio nel campus di Google. Mentre l’amica Enza Sebastiani, lavorando in Apple, mi farà fare un giro all’iterno del campus Apple. Poi alle 18:30 mega incontro con Steve Wozniak (fondatore di Apple) e Guy Kawasaky, guru dell’evangelizzazione informatica.

Beh giornata piena, panorami, posti spettacolari e PR. Ed anche quella di domani non sarà leggerina.

Sto pubblicando una selezione delle foto scattate oggi, sempre all’indirizzo sopra indicato.

…dimenticavo…mi hanno dato in affitto un cesso incredibile di auto, è una scatola di scarpe…mah…

16 novembre

ragazzi sono al quartier generale, al campus, di Google…da impazzire, grazie al gentilissimo Claudio Basile ho visto come e’ organizzato il campus…incredibile…a piu’ tardi …
ed ora sono al quartier generale di Apple, ospite di Enza Sebastiani…

Nel tardo pomeriggio ho partecipato alla presentazione del libro iWoz di Steve Wozniak, co-fondatore di Apple e mio mito. Woz è stato intervistato da un altro personaggio storico della galassia Apple, Guy Kawasaki.

Poi rientro in città e seratina carina tra i locali di Fillmore e Union.

Domani…scriverò direttamente da Vancouver al mio arrivo e comunicherò il numero del cellulare canadese.

Ciao a tutti ed auguri a Lorenzo Sciadini per il suo compleanno.

MITI

Con l’Ing. Federico Faggin….inventore del micropocessore

DSC06075.jpg

Con Steve Wozniak, inventore e co-fondatore di Apple

DSC01964.jpg

Alla sede Apple, con Enza
DSC01935.jpg

Al Googleplex

DSC01932.jpg

17 novembre

…appunto…da legge di murphy…la mattina è iniziata con tutta una serie di casini lavorativi da risolvere…quasi perdevo l’aereo…anzi l’avrei perso se non fosse stato in ritardo di un’ora…poi che palle rifare i bagagli…
arrivo in aeroporto…peraltro con il mio navigatore portatile che mi ha fatto allungare un po’ la strada…dopo aver preso 6 dicasi 6 ascensori tr ail car rental return e l’area di check in mi imbatto in una fila mostruosa…botta di sedere una delle assistenti della United è italiana…ovviamente ho sfoderato uno dei miei affascinanti sorrisi…per farmi scavalcare la fila…non c’è ne stato bisogno perchè, appunto, il volo era in ritardo…mi avvio verso i controlli di sicurezza…e sorpresa…non essendo americano vengo instradato al di fuori della fila…e fin qui la cosa era gradita…ma poi c’era il resto che io non sapevo…

Intanto ormai stiamo veramente arrivando alla TAC aeroportuale…mi hanno fatto entrare dentro una specie di sarcofago che serve per rilevare eventuali esplosivi in corpo…praticamente una serie di getti d’aria di soffiano tra la persona ed una serie di sniffer posti all’opposto.

Poi controllo di tutto…dicasi tutto…anche il tubetto delle Vivin C….quello che avevo negli zaini e nella giacca a vento…i miei zaini sono delle lampade di Aladino dove tutto ha una sua collocazione e dove c’è di tutto…hanno impiegato 30 minuti per ispezionarli…peraltro con l’analisi sniffante…antiesplosivo…di tutti gli apparecchi elettronici…e lì hanno iniziato a farsi 4 risate: ipod, powerbook, due cellulari (uno non l’avevano visto e l’ho dato io), due macchine fotografiche, telefono skype, antenna satellitare GPS, alimentatori vari, cavi cavini e cavetti di tutti i generi…sono usciti scemi…io ero bello tranquillo tanto ancora per l’imbarco c’era tempo…mi sa che mercoledì ci staranno ancora più tempo visto che dovrannos confezionare le 5 macchine fotografiche antiche…

anyway…ora sono a Vancouver, stanza fantastica…potrei tenerci un party, però diluvia e fa freddo…va beh…vuol dire che attuerò la strategia da bagnato…

Nota di servizio: mantengo il numero di cellulare USA anche qui in Canada, va in roaming, anche perchè si rischiavano casini e confusione visto che poi lunedì rientrerò negli USA per un giorno, a Seattle, per poi tornare la sera in Canada a Vancouver e l’indomani essere a San Francisco…

…capperi…c’è proprio freddo, praticamente nevica. C’è stata tanta pioggia nei giorni scorsi che la città, ed i suoi 2 milioni di abitanti, sono in piena crisi…d’acqua…il sindaco ha vietato di bere l’acqua dei rubinetti perchè le sorgenti sono state troppo sollecitate e quindi ci sono residui di terra. E le bottiglie di acqua minerale iniziano a non trovarsi più nei vari market…ora voglio vedere come faranno con il ghiaccio per i drink…qui che ne usano a tempesta…più tardi vi dirò, visto che la seratina si preannuncia abbastanza mondana…

…qui una delle zone di ritrovo serale è quella di Yaletown dove ci sono tutta una serie di disco pub veramente molto divertenti ed eleganti. Ovviamente…direi casualmente?? ;-) il mio albergo è in piena Yaletown.

Per domani è previsto un miglioramento delle condizioni atmosferiche…meno male anche perchè all’una ci sarà la parata natalizia!!! Con la partecipazione di oltre 60 bande e gruppi…gli organizzatori si aspettano un pubblico di circa 300mila persone…ops…sempre casualmente…la parata mi passa sotto la finestra dell’hotel ;-)

a domani…

18 novembre

Tempo…uhm…indecifrabile…si attende tempesta…bah…vedremo. Intanto qui al terzo giorno di problemi di acqua la situazione inizia a diventare pesante (non per me che sono coccolato in hotel). Addirittura Starbucks ha smesso di servire caffè, reggono solo i bar tipo il Caffè Artigiano, che hanno le macchine italiane per l’espresso, con il sistema di filtraggio dell’acqua…italian do it better…

L’albergo è veramente full service, la colazione è galattica, tutto il contario dell’hotel dove ero ospite a febbraio.

beh…a dopo…mi aspetta un duro lavoro…di tour delle gallerie d’arte…

La parata è domani, il giornale aveva sbagliato…sono andato in giro con la mia amica Soo Kyung a GranVille Island, un’isoletta che c’è tra Great Vancouver e Downtown Vancouver, molto carina con negozietti e laboratori di artisti ed un enorme mercato al coperto, assolutamente scenografico, dove la frutta e la verdura sono esposte in modo ordinato, quasi artistico. Ho fatto varie foto ma da oggi pomeriggio la rete dell’albergo o non funziona o va lentissima…ed io sono una belva…senza rete…

Domani giretto nei mercatini delle pulci con Elizabeth, anche incontro di lavoro per la missione delle aziende catanesi qui a Vancouver. Poi Xmas Parade e visita alle gallerie d’arte. Lunedì visita a Seattle e probabilmente anche al quartier generale Microsoft, ospite di Laura che è la curatrice della collezione d’arte di Microsoft. Poi martedì volo della mattina per San Francisco con giornata abbastanza piena di impegni e fun…compreso il salone dell’auto. E mercoledì mi aspettano 24/25 ore di viaggio per rientrare, attraverso Amsterdam e Milano…con coincidenze strettissime…vediamo quante me ne faranno perdere e se i bagagli giungeranno a destinazione.

a domani…ahhh le più belle, eleganti e professionali cameriere sono qui a Vancouver al Cactus Club…da stonare…carina anche la serata passata per locali e disco/pub.

19 novembre

blah…piove…governo ladro (quello italiano ovviamente ;-) ) mi sa che oggi ci si bagna…tanto poi ci si asciuga…lapalissiano…

…ed invece no…è uscito il sole…secondo me sono io che lo porto come successo a NYC e SF!!!

Al mercatino delle pulci io ed Elizabeth abbiamo fatto danno…lei un servizio da the ed un quadro..io due macchine fotografiche, un vecchio flash, 4 calcolatrici x la mia raccolta. Invito chi conosce casa mia a fare un bel gioco di scoietà…dove le metterò tutte ste cose? Solo di macchine fotografiche credo di essere a quota 7 o 8 in questo viaggio…boh ho perso il conto…

…la xmas parade è stata troppo carina e divertente…non le ho ancora scaricate ma credo di aver raggiunto e sorpassato le 1000 foto!! yes 1001!!!
…ora …mangiato un panino…la faccia delle comesse quando lo chiedo con il solo formaggio è da morir dal ridere…vado in giro per gallerie d’arte.

…beh le gallerie che ho visitato hanno risposto bene all’idea proposta…quale?…attaccatevi al tram che ve la dico…

Vancouver nel frattempo, mi dicono dall’Italia, è in cover sull’Espresso come luogo ideale per vivere…confermo! Anche se personalmente preferisco San Francisco.

Beh oggi riflettevo sul come questa vacanza, mista a seri momenti di biz, sia stata assolutamente positiva sopratutto per le persone incontrate, da colleghi di lavoro a veri e propri miti come Faggin e Woz a persone di assoluto rilievo sulla scena internazionale come Guy Kawasaky e Mark Fabiani.

Domani mi aspetta Seattle, città di riferimento per il film dei film: Wargames. Spero non piova così mi giro tutta la parte di downtown, sopratutto le nuove opere archtettoniche.

Lo splendido aeroporto di Vancouver

DSC01970.jpg

La vista, da Vancouver, delle montagne circostanti

DSC01986.jpg

DSC01990.jpg

Con Soo Kyung a Granville Island

DSC01994.jpg

La frutta in vendita al mercato di Granville Island

DSC02000.jpg

La città di Vancouver

DSC02022.jpg

DSC02023.jpg

DSC02183.jpg

DSC02182.jpg

Beh…che dire..la tipa si era anche portata la TV sulle spalle…

DSC02026.jpg

Scatti dalla Xmas Parade

la foto successiva è dedicata al piccolo Manfredi

DSC02046.jpg

DSC02092.jpg

DSC02103.jpg

DSC02109.jpg

DSC02176.jpg

20 novembre

Uffa…è scattato l’allarme terrorismo su obiettivi canadesi…e che cazzo…non potevano aspettare 24 ore? Domani sarà un delirio imbarcarsi per San Francisco…

21 novembre

ieri sono stato a Seattle, 500 km, 5 ore di viaggio tra andata e ritorno per non concludere nulla data la tempesta di vento e pioggia…che palle..

ora sono all’aeroporto di Vancouver, una volta che arrivo con largo anticipo…fila tutto liscio e veloce…mah…meglio cosi. vi sto scrivendo da un kiosk internet fatto da qualche testa di cazzo…per ergonomia e per invisibilita dei font…certa gente invece di fare kiosk dovrebbe impiccarsi…e peraltro si è impallato, girando su Win XP
piu tardi vi scrivero, da san francisco, un po di cose sulla gita acquatica di ieri a seattle…

a cena ieri ho tirato fuori alcuni dati statistici di questo viaggio:

8 aerei per un totale di crica 35 ore volate…piu le attese in aeroporto

17 gg fuori

6 volte rifatto i bagaglii

piu di 1000 km percorsi in auto

una quaranmtina di taxi presi

7 controlli di frontiera

distribuiti circa cento biglietti da visita..alla faccia della vacanza..

mangiati 15 petti di pollo e 48 toast (a colazione) piu una decina di panini e due pizze

ma si può far di meglio… ;-)

—-

alcune cose che avevo saltato. La mia amica Soo Kyung è tipa tosta, gira con una Ford Mustang del 97 con cambio manuale!!

In Google c’era un monitor che illustrava in tempo reale le query effettuate nel mondo…c’era molta attività proprio su Catania, ci siamo divertiti a rilevarlo.

Quando mi sono imbarcato per Vancouver, all’aeroporto di San Francisco è scattato un allarme…si sono vissuti 3/4 minuti surreali, tutti immobili, personale della sicurezza, passeggeri, tutti, sembrava un fermo immagine, non sono riuscito a sapere cosa sia successo.

Passo indietro, Seattle. La Dollar mi ha dato un’auto bestiale, la Chrysler 300, una bomba, con cambio automatico e sequenziale. Praticamente un carroarmato…in confronto la mia Range sembrava una utilitaria…

Seattle dista 250 km da Vancouver ma i limiti di velocità sono rompipalle, in Canada si va a max 100kmh, in territorio USA tra le 60 e le 100 migllia orarie (100 e 120 kmh) secondo i tratti…che palle…uno mette il cruise control, e poi fa di tutto, foto, guardo il panorama…

A Seattle tempesta di pioggia e vento, rischioso tirar fuori le macchien fotografiche, ogni volta dovevo asciugarle subito. Sono riuscito a visitare la torre ed il museo della musica voluto da Paul Allen, porcaccia miseria, non sono riuscito a fotografarlo bene, troppa pioggia, l’edificio è stato progettato da Frank O. Gehry…uffa…poi sono andato nel centro di Seattle downtown, a Pioneer Sq. un deserto, alle 1730 la città assolutamente deserta. Seattle è molto carina, con tutti questi edifici in muratura…ma non andateci in inverno!!

Va beh, in compenso oggi a San Francisco giornata di sole spettacolare, tutti a mangiare fuori, in maniche corte…un poco esagerati devo dire…io mi sono girato tutta chinatown facendo anche delle belle foto. Poi sono andato Al Yerba Buena Center for the Art dove c’era una mostra di arte da srada Messicana, con colori molto belli. Poi sono andato al Metreon, un grosso centro pseudo culturale con multisale, Imax, il Sony Centre ed uno spazio per expo temporanee. Lì c’era la mostra sui reperti recuperati dal Titanic, il biglietto è carissimo 22 dollari…ma volete che l’editore di Museumland paghi?….noooo….ospite d’onore of course ;-)

La mostra è molto bella, sia per reperti esposti sia per come è allestita, ci sono alcune ricostruzioni degli ambienti del Titanic che fanno proprio sembrare di essere a bordo. Poi alla fine è in mostra un pezzo reale del Titanic, recuperato dai bassifondi marini. Fa impressione trovarselo di fronte e pensare a quello che è stato ed alla tragedia accaduta.

Stasera, tanto per non farmi mancare nulla, sono andato a visitare il San Francisco Auto Show, divertente anche perchè è stata l’occasione di verificare di persona i posti guida di alcune auto. C’era la polizia autostradale, i famosi CHIPs, che avevano nello stand una Lamborghini però con l’avviso che l’auto non era in servizio ma solo esposta….gli ho detto che la Polizia Stradale italiana, invece, ne ha una proprio in servizio…erano invidiosissimi…

Va boh, dopo avervi scritto ste note, ed aver analizzato un bando di gara (ogni tanto un poco di lavoro…) ora cercherò di cenare da qualche parte, poi più tardi opera di magia nel fare il merge dei bagagli che ho e di quelli che avevo lasciato qui a SF prima di partire per Vancouver…si preannuncia una bella impresa.

A dopo…non so se riuscirò a mettere online qualche foto.

Bye

…con quelle di oggi…1300 foto!!

22 novembre

Beh, oggi si riparte per l’Italia, via Amsterdam/Malpensa

Mattinata contrassegnata dall’imbranataggine…ho dovuto smontare e rifare 3 volte una delle due valigie…perchè ogni volta mi scordavo di uscire qualcosa…per non dire che il catenaccio del borsone si era …perso….poi prendo l’ascensore dell’albergo e mi cascano le chiavi della camera nella tromba…va beh…imbranatissimo…

a domani, da Catania.

23 novembre

back to home, con tutti i voli stranamente in orario ed i bagagli arrivati per tempo.

Nei prossimi giorni metterò altre foto online.

Al prossimo viaggio.

Mario